Shirt Marker: pennarelli indelebili per la stoffa inchiostro liquido

venerdì 5 marzo 2010

Shirt Marker: pennarelli indelebili per la stoffa inchiostro liquido

I pennarelli indelebili della marca Artline hanno la punta in fibra dura e un funzionamento simile ai pennarelli che contengono il colore acrilico liquido.
Prima dell'utilizzo vanno agitati e con ripetute pressioni, il colore scende fino ad imbibire la punta di feltro.
L'inchiostro liquido non ha odore e si asciuga in breve tempo.
Quando il colore risulta asciutto si può notare un leggero indurimento e la completa opacità della stoffa.
Si sovrappone facilmente ad altri tipi di inchiostri, senza amalgamarsi allo strato inferiore.

Non ne ho mai parlato prima d'ora perchè questi pennarelli sono strumenti di lavoro che uso molto poco;
non ne posseggo una vasta gamma, ho solo le tinte rosa, verde e arancio che vedete nella foto.
Pennarelli indelebili Shirt Marker

Quando dipingo sulla stoffa mi piace avere la libertà di aggiungere strati e sfumature senza limitazioni; se usassi principalmente i colori di questa marca dovrei stabilire con eccessivo anticipo le tonalità definitive e...questo non coincide con il mio stile!
Il fatto che l'inchiostro indurisca il tessuto e lo renda opaco non si adatta ai miei arazzi ne alle tende e ad altri accessori per l'arredamento che mi piace lasciare assolutamente morbidi e trasparenti.
L'inchiostro non sbava facilmente...a meno di non rimanere troppo a lungo sullo stesso punto, ovviamente!
Nessuno di questi pennarelli ha mai perso quella quantità di inchiostro tale da poter essere sperimentato nelle sfumature tipiche e forse nel momento in cui dovesse terminare l'inchiostro...terminerebbe la vita del pennarello, come accade per gli Uniposca che contengono acrilico liquido.
Pittura con pennarelli della marca Artline


Nella foto potete vedere il particolare di un arazzo dove è presente l'inchiostro dei pennarelli indelebili Shirt Marker. Ho creato la parte scura del polline dei fiori con il pennarello arancione sovrapposto a due tipi di giallo e contornati con un pennarello marrone. Il tessuto tinto in azzurro richiedeva diversi passaggi per far risaltare i gialli. Per il pulcino in primo piano ho dato solo leggerissimi tocchi di arancione sopra alle sfumature realizzate con altri strumenti (Kutsuwa e Contè).
Tecnica pittorica su fondo rosa

Nella foto vedete il particolare ingrandito della decorazione di un arazzo realizzato su sfondo rosa.
In questo caso ho usato il colore verde della linea Shirt Marker per accentuare le parti scure del prato intorno allo spartito musicale. Volevo anche sperimentare una eventuale fusione degli inchiostri, ma ciò non è avvenuto!
Il prato è realizzato con due tonalità di pennarelli pébéo; questi pennarelli asciugano subito e hanno retto bene la sovrapposizione.
Nei fiori arancioni c'è l'inchiostro dei pennarelli della Artline. Ho atteso che asciugasse bene prima di contornare con un pennarello rosso Twin Pen della DEKA.
Dopo il fissaggio con il ferro da stiro ho notato una forte tenuta del colore anche dopo il lavaggio a 50°.
Questi pennarelli sono adatti a tessuti naturali;
seguitemi perchè sto per parlarvi di un tipo di pennarelli perfetti per i materiali assolutamente sintetici...finalmente mi sono decisa: ho trovato le foto di alcuni oggetti realizzati con questi strumenti preziosi e credo farà piacere a molti sapere qualche segreto del mestiere e qualche trucco della mia esperienza di decoratrice.

3 commenti:

  1. ciao fabiola,scusami in anticipo se ti disturbo. ho scoperto da poco il tuo blog e sono rimasto positivamente colpito dai tuoi lavori. Anche io, volevo intraprendere questa strada, ma a livello amatoriale. Volevo dipingere delle immagini dei fumetti su dei jeans, e volevo un tuo parere su quali pennarelli o colori con pennello da utilizzare. io sulla tela utilizzo i colori acrilici, ma sicuramente non adranno bene per queste cose. ho letto nel blog svariate marche di pennarelli da te utilizzati, ma non ci ho capito molto. avresti qualche cosa da consigliarmi per quello che devo fare io? tanti saluti e scusami ancora per il disturbo..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tela di jeans può essere di diversa consistenza e colore, su ogni tipo di tessuto si può dipingere con colori coprenti, morbidi al tatto e resistenti a luce e lavaggi. Se preferisci i colori a pennello puoi orientarti tra le marche in vendita nei negozi specializzati, sono tutti garantiti e sullo stesso livello, dalla PEBEO, alla DEKA, si tratta solo di scegliere il quantitativo minimo che ti occorre e il relativo prezzo della singola boccetta. Nessuno ti impedisce di acquistare una tinta PEBEO e una tinta DEKA, questi colori si mescolano insieme senza problemi. Per quanto riguarda i pennarelli indelebili per la stoffa, ti consiglio le marche che producono pennarelli a punta di fibra dura, tipo TwinPen DEKA oppure edding. La resistenza ai lavaggi non è eterna, devi mettere in conto un normale sbiadimento nel tempo. Se te la senti di sopportare l'odore dei pennarelli a solvente, visto che vuoi fare dei disegni grafici, potresti optare per i pennarelli indelebili DecoColor adatti a tutte le superfici. Puoi anche fare delle prove con i classici pennarelli ad acrilico liquido UNIPOSCA, senza fare troppe sovrapposizioni, otterrai un segno coprente, netto e abbastanza resistente ai lavaggi; sarà solo leggermente ruvido al tattoo, ma per disegni sottili e schematici potrebbe non essere un grosso problema! Grazie per aver chiesto il mio parere, sono onorata della fiducia che riponi in me :)
      Ti auguro un buon lavoro, che sia amatoriale o professionale lo scoprirai solo con il tempo! :) Ciao

      Elimina
  2. figurati.grazie a te :) ho apprezzato tantissimo le carte marmorizzate :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...